La piccola casa nella prateria - The little house on the prairie


In questi giorni sul mio comodino c'è un libro particolare, di quelli che fanno viaggiare nel tempo e nello spazio: The world of Laura Ingalls Wilder scritto da Marta McDowell, paesaggista americana che avevo già conosciuto per lo splendido Beatrix Potter's gardening life" edito da Timber Press.
Nel titolo riconoscerete senz'altro un nome che, se appartenete alla mia generazione, vi porterà indietro nel tempo quando da bambini guardavate in tv la serie La piccola casa nella prateria con protagonista la piccola Laura Ingalls e la sua famiglia.

Il telefilm (in programmazione in questi giorni su Paramount Channel alle 12.00), ambientato nella cittadina di Walnut Grove (Minnesota) è la trasposizione televisiva dei romanzi nei quali la vera Laura racconta le avventure della sua famiglia di pionieri in viaggio tra i boschi del Wisconsin e le praterie del Kansas. Tempo fa mi è capitato di leggere il primo romanzo della serie: La casa nella prateria e la cosa che mi ha colpito maggiormente è stato il grande coraggio delle donne dei pionieri, che senza esitazione seguivano i mariti a bordo dei carri tra pericoli e intemperie e difficoltà quotidiane inimmaginabili oggi.

 Il bel  libro della McDowell, ricco di foto originali, ripercorre le vicende narrate dalla Ingalls, con approfondimenti sia sulle piante spontanee dei boschi e della prateria che su quelle coltivate dalla famiglia Ingalls e, in seguito, da Laura e suo marito Almanzo Wilder. La narrazione, ricca di aneddoti, è scorrevole e avvincente. Gli Ingalls coltivavano verdure per necessità naturalmente: lattuga, barbabietola,cipolla, piselli, patate e cocomeri.  Le bambine Laura e Mary trascorrevano molto tempo nella prateria, imparando a conoscere e ad amare i moltissimi fiori spontanei, tra i quali le tante varietà di Asteraceae (con fiori simili alla margherita) che poi raccoglievano  in deliziosi bouquet da regalare a mamma Caroline.
Sia gli Ingalls che i Wilder amavano coltivare fiori nel giardino di casa. Quando vivevano nella parteria del Kansas, Charles ("Pa") doveva intraprendere un lungo viaggio per andare all'emporio più vicino a fare scorta di semi e oltre a quelli per l'orto, non  tralasciava mai di comprare anche qualche seme di fiore per l'amata moglie. Alla fine del libro, la McDowell propone un'interessante appendice con un elenco di fiori e piante menzionate (e quindi coltivate o comunque "vissute") dalla Ingalls, tra queste le tipiche piante del cottage garden: Digitalis purpurea, Muscari armeniacum, Chrysantemum, Cosmos bipinnatus, Narcissus, Dahlia e naturalmente rose! 
                                                      Laura Ingalls Wilder  (1867-1957)
                                                                                   💙💚💛💜

If I look back at the tv movies of my childhood, the first one that comes to my mind is the drama television series The little house on the prairie, which tells the story of the Ingalls family who really existed and whose adventures were collected by Laura Ingalls Wilder in her books of The house on the prairie series. The tv movie is set in Walnut Grove, Minnesota, where the Ingallses really spent a part of their lives.
Lately, I've bought a wonderful book, written by the  American landscape designer Marta McDowell which follows the Ingallses' adventures across the USA, from Wisconsin to Kansas, focusing on the plants they found and on those they grew in their gardens. The book is rich of beautiful photos and of interesting anecdotes intertwined with the author's own personal memories, which adds a touch of emotion to the history. 
The Ingallses, and later the Wilders (Laura married Almanzo Wilder in 1885), grew plants to survive, of course. Their vegetable garden was full of lettuce, cabbages, carrots, potatoes and watermelon as well. But they also loved flowers. Laura and her sisters spent a lot of time on the Kansas prairie, picking up wild flowers for their beloved "ma" Caroline. When Charles went to town to buy food and tools, he always bought flower seeds for his wife.
At he end of the book, Mrs. McDowell adds an interesting appendix with a list of all the plants Laura Ingalls came across in her life and among these, a lot of typical cottage garden flowers: foxgloves, dahlias, chrysantemum, delphiniums, gladiolus and cosmos.

(photos from the web)

Commenti

Post popolari in questo blog

Fiorellini di un mondo fatato! Tiny flowers from a fairy world!

Le calde sfumature della crocosmia- warm shades in the mixed border