Il giardino dei colori, esperimento 1 - Colour schemes in the garden (project #1)

Progettare un giardino (o anche semplicemente un'aiuola come in questo caso) è come dipingere un'opera d'arte, lo diceva la mia amata Gertrude Jekyll, paesaggista e giardiniera che impose il suo stile tra la fine del 1800 e i primi anni del nuovo secolo. Si parte dalla tela vuota e piano piano si aggiunge colore. Il giardino è un quadro vivente che cambia continuamente a seconda della stagione: i colori si alternano, le fioriture piano piano scemano lasciando il vuoto là dove prima c'era una macchia di vita. Non è semplice progettare una bordura o un'aiuola cercando di farla rimanere piena e viva per tutto l'anno: occorre conoscere i tempi delle piante che si alterneranno sulla scena, le loro esigenze idriche, di luce e di terreno. Si può procedere con l'aiuto di libri e manuali, ma solo l'esperienza di anni aiuterà ad evitare quegli errori che l'apprendista giardiniere come me commette continuamente.

Questa è una piccola aiuola dalla forma irregolare che ho sul terrazzo davanti all'ingresso di casa mia. Dopo averla riempita di piante stagionali dalla effimera fioritura che lasciavano uno spazio vuoto e triste nel mio lungo inverno, ho deciso di trasformarla in una bordura mista viva tutto l'anno.
Studiando a fondo i consigli della paesaggista e giardiniera  Gertrude Jekyll, ho fatto un elenco di piante che potrebbero convivere alternando le proprie fioriture. L'esperimento è iniziato a marzo di quest'anno e ancora adesso l'aiuola mantiene, seppur in forma ridotta, la sua veste primaverile.
Ho inziato pensando al fogliame sempreverde che sarà la base del quadro: sullo sfondo rose che difficilemente perdono tutte le foglie  come la rampicante The Generous Gardener di Austin e Honorine de Brabant, contorniate da felci dalla tonailtà leggermente più chiara. Il grigio di un piccolo Calocephalus e di un paio di Cineraria maritima creano punti focali in contrasto sia con il verde che con i colori che, dalla primavera, si succederanno. In primo piano le grandi foglie di bergenia riempiono la vista e si alternano a quelle sottili e scure della Iberis e al verde-azzurro di una lavanda.
Verso febbraio, la bergenia si arricchisce dei suoi adorabili fiori rosa che durano a lungo e che fanno da contrasto con gli immacolati petali della "nevina" (Iberis sempervirens).

A partire da marzo inzia la sinfonia dei narcisi e poco dopo dei tulipani. In questa aiuola sono ancora pochi, ne aggiungerò alcuni il prossimo autunno. Aprile è il tempo delle sassifraghe, ancora in fiore, che a poco a poco si addormenteranno lasciandoci come ricordo solo il loro cuscinetto che sembra muschio (questa aiuola rimane in ombra per buona perte della giornata, spero di farle sopravvivere al calore estivo).


A metà aprile ho piantato anche due splendide Heuchera, scelte per i toni del loro fogliame che si infoltirà con il maturare della stagione. Come accade per le Hosta, anche le Heuchera scompaiono in inverno, quindi è necessario ricordarsi di loro se si decide di piantare bulbi o nuove piante.
                                               

                                                
A breve inizierà la fioritura delle rose che contasteranno con i toni azzurri della lavanda e di un paio di Geranium che stanno buttando le foglie.

Sarà poi il tempo delle dalie che ho scelto di toni cremisi in modo da fare contrasto con le rose. Ho piantanto i semi di una Phlox sul blu che metterò a dimora appena sarà cresciuta e sono alla ricerca di qualche Delphinum da far svettare sul retro dell'aiuola nei mesi estivi, vediamo se sarò fortunata.
                                                               Honorine de Brabant
The Generous Garder- David Austin

Penso che ancora un paio di piante sul grigio ci starebbero bene, tutto sommato, in particolare sto cercando la Stachys byzantina dalle belle foglie vellutate
In questo momento, la bordura è ancora in embrione; nella mia immaginazione riesco già a vederla al massimo della sua fioritura che spero la trasformi realmente in un quadro ricco di colori e sfumature da contemplare tutto l'anno dalla mia cucina.
Vi mostrerò i cambiamenti mese dopo mese, seguitemi!

                                                                            💚💜💙❤️💛
After having read and studied Miss Jekyll's colour schemes for the garden, I've decided to test my skills as a garden designer by planning this small flower bed of mine. It's in opposite my front door and I can see it from the kitchen, so I'd like it to be always full of colours, also in winter. It isn't easy for a beginner like me to chose the right plants, but I've done my best. Green first! It's the colour that will last all through the year: ferns and evergreen roses will do in the background. At the front a couple of Bergenias and of Iberis will match to the greysh leaves of an old lavender. Here and there a touch of grey: with Calocephalus and Cineraria Maritima. I'm still looking for Stackys byzantina with its velvet leaves. In February bergenias and Iberis will bloom adding a touch of colour on the green basis. Then daffoils and tulips will follow and in April the tiny flowers of a few Saxifragas will be blooming up to early May when Roses will open their petals with delicate pink shades that  match perfectly to blue Geraniums or Phlox. Recently I've fallen in love with Heucheras, amazing plants with stunning colours that fill the eye and the heart in summer. This is a W.I.P, so follow me to see the results month by month!

Commenti

Post popolari in questo blog

La piccola casa nella prateria - The little house on the prairie

Fiorellini di un mondo fatato! Tiny flowers from a fairy world!

Le calde sfumature della crocosmia- warm shades in the mixed border